3 differenze tra acquirente proattivo e acquirente reattivo

0 Comments

Stai camminando per il centro commerciale. Vedi gli ultimi stivali in vendita nel tuo negozio preferito. Qual è la tua reazione?

Se sei felice di ballare e distruggere le tue cellule cerebrali per calcolare a quante cose devi rinunciare una volta che acquisti quei deliziosi paio di stivali, sei un acquirente reattivo.

Tuttavia, se riesci a continuare a camminare perché sai che quella particolare vendita del 30% scenderà al 50%, o forse anche al 70%, in solo un paio di giorni, o forse decidi che Shoppers non è ancora il momento di acquistarli stivali “interessanti”, allora sei decisamente un acquirente proattivo.

Ecco altre 3 differenze tra l’acquirente proattivo e un acquirente reattivo:

Hai bisogno di vs. Volere

Un acquirente proattivo sa già di cosa ha bisogno nel suo guardaroba. Ha piena conoscenza del suo guardaroba, fino al numero e ai diversi colori dei lacci delle scarpe che possiede. Quindi, quando un acquirente proattivo acquista qualcosa, significa che ne ha davvero bisogno.

Un acquirente reattivo è qualcuno che non ha in mente alcun programma particolare durante lo shopping. Sa quello che ha già e quello che preferisce, e se incontra qualcosa che assomiglia alle sue preferenze, o qualcosa che le fa letteralmente impazzire, lo comprerà.

Linee guida vs. Terapia di vendita al dettaglio semplice

Se sei un acquirente proattivo, hai già un piano in azione. Hai delle linee guida per il tuo guardaroba: numero X di scarpe, numero Y di vestiti e così via. Difficilmente andresti oltre queste linee guida per immergerti nella terapia al dettaglio.

La terapia al dettaglio è molto probabile per l’acquirente reattivo. Trovi conforto nella terapia al dettaglio perché sei un acquirente reattivo, che acquista qualsiasi cosa e tutto ciò che attira la tua attenzione.

Aww ..! Vs. Aah!

Sì, l’Aww ..! è per l’acquirente reattivo. Significa che vedi qualcosa di fantastico (anche se potresti non aver particolarmente bisogno di acquistarlo), ci vai sopra e molto probabilmente stai già ammaccando il tuo conto in banca.

Aah! è per l’acquirente proattivo. Sapevi già cosa stavi cercando, continuavi a cercare, e alla fine quando trovi qualcosa che si adatta alla tua descrizione, vai Aah! e compralo.

Ogni donna dovrebbe essere un mix di shopper proattivo e reattivo. Puoi bilanciare il tuo guardaroba e concederti regolarmente. Non c’è niente di sbagliato in questo! Il mio consiglio: paga in contanti, non usare la tua carta di credito (o quella del tuo partner / padre / qualcun altro).